Alghe blu-verdi può curare il cancro Oregon State University di studio – Donne fitness, blu alghe verdi

Alghe blu-verdi può curare il cancro Oregon State University di studio - Donne fitness, blu alghe verdi

Ishmael presenterà questa ricerca presso l’American Society for Experimental Therapeutics Farmacologia e Annual Meeting durante Experimental Biology 2016.

McPhail, che è specializzata in alghe blu-verdi e si tuffa in tutto il mondo in cerca di specie interessanti, ha raccolto le alghe durante un’immersione nel parco nazionale di Panama Coiba. Si è scoperto essere un mash-up di almeno tre specie di alghe che crescono insieme sulle rocce nelle zone con acqua in rapido movimento. Oltre a Panama, le comunità algali simile è stato trovato nel Mar Rosso e al largo della costa del Sud Africa. Alghe blu-verdi, o cianobatteri, esistono da almeno due miliardi di anni e sono una delle più antiche forme di vita sulla Terra.

Lo screening ha rivelato coibamide A per essere in grado di uccidere molti tipi di cellule tumorali, ma Ismaele ha deciso di concentrarsi studi successivi su due tipi, in particolare, – tumori cerebrali, o glioblastomi, e un sottotipo di cancro al seno noto come il cancro al seno triplo negativo.

Gli esperimenti del team in colture cellulari, condotti con finanziamenti da un americano Brain Tumor Association Discovery Grant, hanno dimostrato che i tagli coibamide A off la capacità delle cellule tumorali di comunicare con i vasi sanguigni e di altre cellule, alla fine muore di fame la cellula e innescare la sua morte. In un modello animale per glioblastoma in cui le cellule tumorali umane sono coltivate in fianco di un topo, il trattamento con coibamide una significativa riduzione delle dimensioni del tumore. prossimi passi del team sono per testare coibamide A in un modello murino di cancro al seno triplo negativo e in un modello murino di cancro al cervello in cui le cellule di glioblastoma sono coltivate nel cervello al posto del fianco.

Ishmael ha detto anche se coibamide Un stessa non può entrare nel cervello o risulta avere effetti collaterali negativi, conoscendo la sua struttura e meccanismo d’azione può aiutare i ricercatori a sviluppare nuovi farmaci che imitano gli effetti coibamide di A. "Finora, non è un farmaco in uso clinico o in qualsiasi studi clinici che funziona in questo modo. Stiamo usando per cercare di rivelare un nuovo percorso per innescare la morte cellulare in queste cellule tumorali che sono stati tradizionalmente considerati molto resistenti alla morte cellulare," detto Ishmael.

Quegli sforzi di ricerca ha recentemente ottenuto molto più facile quando i collaboratori dell’Università di Kyoto in Giappone hanno sviluppato un metodo per produrre coibamide A sinteticamente. In precedenza, la squadra di Ishmael si era basato su campioni isolati da campioni naturali, che non poteva essere coltivate in laboratorio e ha dovuto essere raccolto da ambienti marini. Con la nuova forma sintetica di coibamide A ora disponibile, il team spera di andare avanti rapidamente verso lo sviluppo del composto in un farmaco contro il cancro ispirati alla natura.

notizia

Related posts

Related posts