Canfora (U, raffinata canfora.

Canfora (U, raffinata canfora.

Descrizione. -"Bianchi, masse traslucide, di consistenza dura e una struttura cristallina, facilmente polverizzabili in presenza di un po ‘di alcool, etere, o cloroformio; avere un penetrante, odore caratteristico e un sapore pungente aromatico. Peso specifico: 0,995 a 15 ° C (59 ° F). Molto poco solubile in acqua, ma facilmente solubile in alcool, etere, cloroformio, solfuro di carbonio, benzin, e negli oli fissi e volatili. Quando la canfora viene triturato, in proporzioni circa molecolari, con mentolo, timolo, fenolo, o cloralio idrato, liquefazione ne deriva. Si fonde a 175 ° C (347 ° F), bolle a 204 ° C (399,2 ° F), ed è infiammabile, brucia con una luminosa, fiamma fumosa. Sulla esposizione all’aria evapora più o meno rapidamente a temperature ordinarie, e, quando riscaldato moderatamente, si sublima senza lasciare residui. Canfora deve essere conservato in recipienti ben chiusi, in un luogo fresco"- (. U S. P.).

Quando la canfora viene triturato con il sangue, guaiaco, galbano, o assafetida del drago, la miscela conserva la consistenza pilular a tempo indeterminato. Con benzoino, tolu, mastice, e ammoniaca, la miscela diventa morbida quando esposto all’aria. Con olibano, gamboge, Euphorbium, ambra e mirra, la miscela rimane polverulenta, però grumous. Assafetida, galbano, sagapenum, Tolu, sangue di drago, olibano, lentisco, benzoino, tacamahac, guaiaco, e ammoniaca, distruggono in misura maggiore o minore l’odore di canfora (M. Planche).

Composizione chimica. -La Classe di sostanze note come canfora, di cui Giappone canfora (C10 H16 O) è un rappresentante, sono prodotti di ossidazione del gruppo di idrocarburi, noto come terpeni. Questi sono per lo più tutti gli isomeri di formula C10 H16. e, a loro volta, sono idrogeno prodotti di addizione di idrocarburi, cymol (cymene ) (C10 H14 ), O para-metil-normal-propil-benzene, avente la formula grafica C6 H4 .(CH3 ). (C3 H7 ).

Camphoric ACID è sedativo e antisettica. È stato recentemente sostenuto come rimedio efficace per la notturni sudorazioni di consumo polmonare. Si è notevolmente impiegato in 1 per cento in soluzione malattie catarrali. sia acuta che cronica, buoni risultati sono stati segnalati dal suo uso in mal di gola, catarro nasale acuta, bronchite acuta, vescica irritabile, cistite (Acuta e cronica), stranguria, enuresi, e le emissioni seminali notturne. Ha fatto qualche impressione per il bene negli stati spasmodiche, come epilessia, isteria, e corea. Per l’uso locale può, se desiderato, essere combinata in soluzione con borace, o acido borico. La dose è da 10 a 25 grani in soluzione o in capsule. Le soluzioni di 1-4 per cento sono impiegati a livello locale.

Indicazioni specifiche e gli usi. -"L’insonnia e irrequietezza, il polso essere morbido e la lingua umida; diarrea" (Scudder). Voti bassi di infiammazione e febbre, soprattutto il tifo, con grande irrequietezza, la vigilanza morbosa, delirio borbottando, sussulti, pelle secca, e veloce, impulso irritabile (Locke); strangury; minzione frequente, difficile e tenesmic. Per uso specifico 1/8 a 1 dosi di grano. In dosi minute a dolori allo stomaco che brucia; vertigini, nausea e vomito: debole, voce rauca; volto cianotico, con estremità fredde.

BORNEO canfora. Camphol, borneolo, canfora malese, Camphyl alcol, Sumatra canfora, Barus canfora, canfora Dryobalanops .-Composizione C10 H18 O. Trovato sotto la corteccia e nelle fessure del tronco di Dryobalanops Camphora. Colebrooke (Dryobalanops aromatica di Gaertner), dell’ordine naturale Dipterocarpaceae. India, Sumatra e Borneo.

Blumea lacera è usato in India come insetticida. Esso ha prodotto Dymock, un olio essenziale giallo pallido di straordinaria potenza di sinistra-rotante. La sua densità, a 26,6 ° C (80 ° F), è 0,9144.

BORNEO CANFORA OLIO. olio di canfora del Borneo, Sumatra olio di canfora, Bornéene .Olio -Un derivato dagli alberi filettati o abbattuti (Dryobalanops Camphora. Colebrooke), che cede Borneo canfora. E ‘stato detto di essere secreto in così grande quantità di alberi secolari, e di esercitare tale pressione grande da disturbare il tronco dell’albero, lo scoppio provocando un rapporto del genere da un cannone. Un fenomeno simile si dice che si terrà a il balsamo albero arredo Copaiva (Pharmacographia ). Bornéene (C10 H16 ) È isomerica con puro trementina, ed è, viscosa, olio volatile bruno-rosso, composto di borneolo e resina sciolta in bornéene, un liquido avente un odore trementina simile, e identico al valerene di valeriana olio. Esso non deposita Borneo canfora in piedi anche quando sottoposto ad una temperatura molto bassa. Nelle sue proprietà ottiche è dextrogyre.

Related posts

Related posts