cause Anemia e il trattamento, il trattamento di anemia normocitica.

cause Anemia e il trattamento, il trattamento di anemia normocitica.

VOL: 99, NUMERO: 43, PAGINA NO: 30

Ken Campbell, FIBMS, CertHMS, è clinica responsabile dell’informazione, leucemia Fondo di ricerca

Esso può servire come un avvertimento di vari disturbi potenzialmente fatali e, a seconda della causa sottostante, di processi patologici che portano a cambiamenti irreversibili organi e tessuti vitali. Tutti gli infermieri devono essere consapevoli della natura di anemia e come può essere rilevato. Questo implica una conoscenza delle caratteristiche seguenti:

– I suoi segni e sintomi ed i tipi di diagnosi di laboratorio disponibili;

– Lo screening e le misure preventive disponibili;

– Quando una diagnosi di anemia dovrebbe essere un trigger per le indagini di altre diagnosi potenzialmente gravi.

Anemia si verifica come conseguenza sia di carenze nella produzione di circolanti globuli rossi maturi (RBC) o di eccessiva perdita o distruzione di queste cellule. Tutte le forme di anemia possono essere classificati sulla base dell’equilibrio tra questi due processi.

In alternativa, la classificazione può essere determinata sulla base della morfologia dei globuli rossi, che può fornire preziose indicazioni della causa sottostante.

È importante sottolineare che l’anemia non è una malattia, ma un conseguente stato patologico su una malattia di base; per esempio, carenza nutrizionale (carenza di ferro), ereditato anomalia di sintesi dell’emoglobina (anemia falciforme, talassemia), o emorragia (cancro del colon).

L’impatto che l’anemia può avere sulla qualità di una persona della vita e la salute generale è notevole, soprattutto per le persone anziane. Un recente rapporto mostra che la condizione può contribuire ad un generale declino nelle prestazioni fisiche degli anziani, con la perdita di capacità di vita indipendente (Phenninx et al, 2003). Gli effetti della carenza di ferro su diversi gruppi sono mostrati nella scatola 1.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che, a livello globale, in qualsiasi momento, 2.088 miliardi di persone hanno anemia (UNICEF et al, 2001). La figura 1 indica la prevalenza di anemia nei gruppi a rischio.

La biologia di un globulo rosso

Globuli rossi vengono prodotti nel midollo osseo in risposta alla secrezione di eritropoietina, un processo chiamato eritropoiesi. L’eritropoietina è prodotta principalmente nei reni, che è il motivo per cui l’incidenza di anemia nei pazienti con malattia renale è elevato.

Il eritrociti maturo è essenzialmente un sacchetto di emoglobina, che è il componente di trasportare ossigeno del sangue. RBC possiedono percorsi enzima in grado di utilizzare il glucosio per produrre adenosina trifosfato, che, in cambio, è necessario per mantenere l’emoglobina in uno stato ridotto e di preservare l’integrità strutturale della membrana dei globuli rossi. I globuli rossi che sono difettosi in uno o più di questi percorsi producono energia sono suscettibili di distruzione all’inizio del sistema reticoloendoteliale.

Queste cellule sono chiamate reticolociti e il loro numero in circolazione forniscono una misura di valore di attività eritropoietica. I reticolociti hanno una tinta bluastra su un film di sangue normale; la presenza di insolitamente grande numero di queste cellule è chiamato policromasia.

Haematinics

Alcuni nutrienti, noti come haematinics, sono necessari per la normale formazione dei globuli rossi, e la maggior parte, anche se non tutti, sono vitamine (Fishman et al, 2000). Tuttavia, il nutriente più comunemente carente è ferro. Altre sostanze nutritive necessarie per evitare anemia comprendono acido folico e vitamine A, B2 (riboflavina), B6 ​​(piridossina), B12, C e E. vitamine A, B2 e C possono migliorare l’assorbimento e / o l’utilizzo di ferro, impedendo o mitigare gli effetti della carenza di ferro.

Folati e vitamina B12 sono necessarie per prevenire una forma di anemia chiamata anemia megaloblastica. L’assenza di acido folico o vitamina B12 significa che il DNA di un individuo non può replicare in modo efficace. Tuttavia, anche se questo riguarda tutte le cellule in divisione, il rapido ricambio di globuli rossi significa che l’anemia è un sintomo precoce.

Il riconoscimento precoce e il trattamento efficace di anemia megaloblastica può prevenire danni irreversibili al sistema nervoso centrale quando carenza di vitamina B12 è presente.

Vitamina B6 può essere efficace nel trattamento di alcune forme di anemia sideroblastica, una condizione in cui, anche se adeguata di ferro è presente, i globuli rossi non possono incorporare ferro in emoglobina.

fisiopatologia

Definizione di anemia

L’anemia è principalmente definita in termini di livelli di emoglobina – un più basso del normale livello di emoglobina significa anemia. Altre misure, come il numero di globuli rossi e di ematocrito possono essere considerati solo come indicativi di una possibile anemia. Non esiste una definizione universalmente accettata di anemia, in quanto valori normali variano a seconda dell’età, del sesso e, eventualmente, a sfondo razziale. Tuttavia, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (UNICEF et al, 2001) consiglia i seguenti livelli come di consueto:

– Le femmine gravide – 11g / dl;

– I bambini di età compresa tra sei mesi a cinque anni – 11g / dl;

– I bambini di età compresa tra sei e 11 anni – 11.5g / dl;

– I bambini di età compresa tra 12 a 14 anni – 12 g / dl.

segni e sintomi

Ci sono meccanismi di compensazione molto efficaci in grado di attenuare l’impatto di anemia se il suo esordio è graduale (H [AP6] bert et al, 1997). Clinicamente, questo è di grande importanza, perché se l’anemia con un buon apporto di ossigeno ai tessuti un paziente ha ben compensato-, poi trasfusione di sangue conservato può sopraffare i meccanismi compensatori che portano ad una condizione di grave ipossia. In un paziente con malattia cardiaca concomitante questo può rivelarsi fatale.

lieve anemia

Rilevare i segni fisici di anemia è un processo molto soggettivo. Per esempio, un paziente con lieve anemia può apparire un po ‘pallido, ma questo è spesso difficile da valutare perché la soglia di rilevazione è di circa 10g / dl. Tuttavia, pallore delle membrane congiuntivali è significativa (Sheth et al, 1997).

Nei bambini piccoli, di palma pallore si preferisce palpebra pallore come segno diagnostico clinica a causa della frequenza di congiuntivite, che provoca arrossamento anche in persone con anemia (UNICEF et al, 2001).

In pazienti con anemia lieve, l’unico sintomo che è ovvio per un osservatore può essere affaticamento da sforzo.

anemia moderata

anemia moderata può causare un maggior grado di stanchezza e pallore di anemia lieve; può anche causare la dispnea da sforzo. Quando il respiro è grave è conosciuto come ‘fame d’aria’. Questi pazienti possono avvertire sensazione di testa vuota e svenimenti. anemia di grado moderato o grave può portare a ritenzione idrica e quindi di gonfiore alle caviglie.

grave anemia

Quando grave anemia è sorto molto lentamente, con un buon adattamento fisiologico, i pazienti possono mostrare sorprendentemente pochi sintomi. Ho incontrato un paziente di sesso femminile di età con un livello di emoglobina di 4g / dl (circa un terzo del livello normale), il cui unico problema era che ha trovato la salita su per la collina per l’ospedale un po ‘faticoso. Un simile grado di anemia derivante da un sanguinamento acuto o episodio emolitica renderebbe la maggior parte delle persone moribondo; in un paziente con malattia cardiaca concomitante che potrebbe rivelarsi fatale. Le indagini di laboratorio sono quindi essenziali per confermare la diagnosi.

Le indagini di laboratorio

Nel corso di un’indagine per sospetta l’anemia, è indispensabile intraprendere un esame emocromocitometrico completo (FBC). Questo insieme di test comprende:

– la stima emoglobina, che confermerà o escludere l’anemia;

– conta dei globuli rossi e delle cellule indici, che può suggerire la causa di anemia;

– globuli bianchi e la conta piastrinica, che sarà ulteriormente serviranno per definire eventuali patologie presenti.

I risultati del FBC normalmente guidare la scelta di ulteriori test per cause specifiche, quali i livelli di haematinics e emoglobinopatie (malattia ereditaria in cui la produzione di emoglobina è anormale).

Emoglobina

proprietà dei globuli rossi e indici

I valori calcolati da proprietà misurate di globuli rossi possono essere importanti nel determinare la causa di anemia. I valori misurati sono il numero di globuli rossi e il volume delle cellule media (MCV); cioè, la dimensione media dei globuli rossi. Da questi valori la macchina calcola il volume imballato cellulare (PCV) o ematocrito; questo può essere espresso come una percentuale o, più comunemente, come volume in litri.

Questo è importante perché solo la MCV non può distinguere tra popolazioni miste di dimensioni omogenee e di globuli rossi.

striscio di sangue

L’aspetto dei globuli rossi su una pellicola di sangue ben fatta e macchiati può fornire indicazioni diagnostiche significative circa la causa di anemia in un dato paziente. Alcuni aspetti sono virtualmente diagnostica di cause specifiche, ad esempio:

– In anemia da carenza di ferro ci sono comunemente lunghe, globuli rossi sottili, a volte chiamati “cellule matita ‘;

– In anemia falciforme degli eritrociti caratteristicamente deformate sono di solito, ma non sempre, evidente.

Altre informazioni possono anche essere derivato dal film. Ad esempio, nella malattia renale ed epatica globuli rossi hanno un caratteristico aspetto anomalo che, se rimarcato nella relazione emocromo, può portare al medico di richiedere ulteriori prove.

Classificazione di anemia

Esistono due principali sistemi di classificazione di anemia: morfologica e eziologico. Classificazione morfologica è basata sui risultati della emocromo e la pellicola di sangue. Si tratta di una distinzione utile, perché queste informazioni sono disponibili al momento della diagnosi di anemia e può guidare ulteriori indagini, che a sua volta indicare la terapia appropriata.

La classificazione eziologico richiede i risultati di tutte le indagini siano disponibili. È di uso clinico limitato ma è di grande importanza in studi epidemiologici.

classificazione morfologica

L’anemia può essere macrocytic, normocitica (di solito anche normocromica) e microcitica (di solito ipocromica). In anemia macrocitica, la MCV è significativamente più alto rispetto al normale. Le forme più comuni di anemia macrocitica sono nutrizionale e il risultato di vitamina B12 o di folati. Malattia del fegato e l’eccesso di alcol può anche causare anemia macrocitica.

In anemia normocitica e normocromica, dimensione RBC e MCHC rispettivamente sono normali. Questi tipi di anemia si verificano a causa di malattia cronica, malattia renale ed emorragia acuta.

In anemia microcitica i globuli rossi sono piccoli, mentre in ipocromica sono pallidi (mal emo-globinised con un basso MCHC). La causa più comune di questo tipo di anemia è carenza di ferro. Anemia da malattia cronica può essere di questo tipo.

Emoglobinopatie solito causano microcitosi (la presenza di microciti nel sangue) e ipocromasia (la riduzione della concentrazione di emoglobina in ciascuna cella, rendendoli pallido), così come l’anemia sideroblastica e da piombo

etiologico

La classificazione eziologico di anemia possono essere suddivisi in due grandi categorie: produzione difettosa o diminuita di globuli rossi e perdita di globuli rossi dal circolo (a seguito di emorragia o emolisi). Molti tipi di anemia comprendono elementi di entrambi i processi, ma di solito uno predomina (riquadro 2).

gestione trattamento e di cura

Il trattamento dell’anemia è normalmente diretto verso la causa sottostante. Ad esempio, gli integratori alimentari sarà dato per l’anemia nutrizionale, immunosoppressione per l’anemia aplastica e emolisi immune. Nei casi in cui la malattia di base è intrattabile alla terapia, come le emoglobinopatie o sindrome mielodisplastica, il trattamento è di supporto. Le trasfusioni possono essere necessarie per svolgere le attività della vita quotidiana.

trattamento farmacologico

I farmaci più frequentemente utilizzati nel trattamento di anemia sono haematinics, che vengono utilizzati per trattare specificamente anemie nutrizionali. Primo tra questi è il ferro; anzi è comune per le donne in gravidanza nel mondo sviluppato per ricevere supplementazione di ferro di routine. Va ricordato che i preparativi di ferro sono tossici, quindi, la cura deve essere presa per tenerli lontano dalla portata dei bambini.

L’introduzione di eritropoietina umana ricombinante (una preparazione sintetica della eritropoietina) ha offerto il primo trattamento causa-specifica per l’anemia associata a cancro e con malattia renale (Spivak, 2000).

Implicazioni per l’assistenza infermieristica

Nell’impostazione cure primarie, gli infermieri hanno più probabilità di incontrare l’anemia nei bambini e le donne in pre-menopausa che sono carenti di ferro (Farrell e Lamont, 1998; Irwin e Kirchner, 2001). Quando si incontra da carenza di ferro nelle donne in post-menopausa o in uomini di ogni età che dovrebbe far scattare le indagini per la perdita di sangue occulto o di altre patologie sottostanti.

Questo articolo è stato doppio cieco peer-reviewed.

Related posts

Related posts