L’aterosclerosi in aorta

L'aterosclerosi in aorta

1 DMD, Capo di Stato Maggiore Associato e Direttore della Graduate Medical Education, VA Greater Los Angeles sistema sanitario. Direttore di Quality Assurance, Ospedale Dental Service, UCLA Medical Center. Professore di Chirurgia orale e maxillofacciale, Scuola di Odontoiatria, University of California Los Angeles, CA

2 MD, PhD, medico chirurgo specialista in odontostomatologia. Chair post-Grade di Medicina Orale e Post-Grade di Odontoiatria in oncologics e pazienti con immunodeficienze. Università di Barcellona, ​​Catalogna, Spagna. Professore di Dipartimento di Stomatologia, Facoltà di Odontoiatria, Università di Barcellona, ​​Catalogna, Spagna

3 MD, PhD, medico chirurgo specialista in odontostomatologia. Chair Post-Grado di Implantologia Orale, Università di Siviglia, Andalusia, Spagna. Professore di Dipartimento di Stomatologia, Facoltà di Odontoiatria, Università di Siviglia, Andalusia, Spagna

Corrispondenza: Campus Bellvitge University, Dipartimento di Odontostomatologia, Pabelln de Gobierno 2 Planta, C / Feixa Llarga s / n, 08907 L’Hospitalet de Llobregat, Barcelona, ​​Spain, E-mail: moc.liamg@llj57581

Questo è un articolo ad accesso libero distribuito sotto i termini della Creative Commons Attribution License, che permette l’uso senza restrizioni, la distribuzione e la riproduzione con qualsiasi mezzo, a condizione che l’opera originale sia correttamente citato.

Astratto

In Spagna, un numero significativo di persone muoiono di malattia aterosclerotica delle arterie coronarie e carotidi senza avere fattori di rischio classici e sintomi prodromici. Il lobo dell’orecchio piega diagonale (DELC) è stato caratterizzato nella letteratura medica come un marker surrogato in grado di identificare i pazienti ad alto rischio con aterosclerosi occulto. Questo argomento, tuttavia, non è stata esaminata sia nella letteratura medica o odontoiatrica proveniente dalla Spagna. La maggior parte delle cliniche, angiografia e post-mortem rapporti supportano la premessa che DELC è un segno fisico extravascolare prezioso in grado di distinguere alcuni pazienti a rischio di soccombere ad aterosclerosi delle arterie coronarie. Una minoranza di studi hanno tuttavia riusciti a sostegno di questa ipotesi. Più di recente report utilizzando la modalità B ultrasuoni hanno anche collegato DELC ad aterosclerosi della carotide e un altro rapporto è correlata DELC alla presenza di ateromi delle arterie carotidi calcificate nelle radiografie panoramiche. DELC è facilmente visibile durante gli esami di screening dei tumori della testa e del collo. In concomitanza con i pazienti anamnesi, segni vitali, e radiografia panoramica, il DELC può aiutare nella valutazione del rischio aterosclerotico.

Parole chiave: Diagonale lobo dell’orecchio piega, malattia aterosclerotica, calcificata carotidea, ateromi, radiografie panoramiche.

introduzione

L’aterosclerosi è una fonte importante di invalidità e di morte in Spagna. Nel 2002, l’aterosclerosi coronarica (CAA) ha provocato 45.000 cittadini spagnoli subito un infarto miocardico fatale e carotide aterosclerosi ha provocato la morte ictus associato di ulteriori 34.000 persone (1). Molti di questi eventi avversi sono stati in individui liberi di sintomi prodromici e spesso senza fattori di rischio classici come l’ipertensione, iperlipidemia, diabete, uso di tabacco, l’obesità, o sedentari uno stile di vita. Questo divario rilevazione ha spinto i medici a tentare di trovare segni fisici extravascolare che potrebbero identificare i soggetti ad alto rischio di aterosclerosi. Alcuni segni fisici extravascolare possono presentare nella regione maxillo-facciale ed essere visibile dal dentista: esempi evidenti includono arco senile, xantelasma e calvizie maschile. Ma la specificità e la sensibilità di queste stimmate, e la loro indipendenza da variabili confondenti sono stati interrogati (2, 3).

A 69 anni uomo con una molto ben definito orecchio diagonale lobo piega sul lato sinistro.

Lo stesso paziente con un po ‘meno distinta diagonale piega lobo sul lato destro.

Prove a sostegno Relazione tra DELC e Coronary Artery Aterosclerosi

Lo stesso autore, in un secondo documento, pubblicato come Lettera al Direttore sul New England Journal of Medicine ha valutato 286 pazienti selezionati in modo casuale (età 26-66) che richiedono angiografia coronarica a Helsinki University Central Hospital a causa dei segni tipici della CAA, cioè angina pectoris e variazioni elettrocardiografiche ischemiche (8). Duecento persone (174 uomini e 26 donne, media 48 anni) almeno il 50% di stenosi (CAA) in una o più delle arterie epicardiche (sinistra principale coronarica discendente anteriore dell’arteria coronaria, lasciati dell’arteria circonflessa, e coronaria destra). Ottanta sei persone (35 uomini, 51 donne, media 51 anni) sono stati con una bassa stenosi trascurabile / laurea (50%, senza CAA). Dei 200 individui con CAA, il 72% ha avuto DELC, mentre dei 86 individui senza stenosi significativa, solo il 21% ha avuto DELC. La differenza di DELC tassi di prevalenza tra i due gruppi è stata molto significativa. Inoltre, la prevalenza di DELC aumenta con la gravità della CAA, essere positivo nel 52% dei pazienti con malattia sola nave, e il 79% dei pazienti con malattia doppia o tripla nave.

Uno studio turca di 415 uomini e donne (età media 58,9 anni) che richiedono angiografia coronarica per angina stabile con un test di stress positivo, angina instabile, o la storia della prima infarto del miocardio sono stati anche valutati per DELC bilaterale (11). C’era un altamente significativa statisticamente maggiore prevalenza di DELC (51,4%) in quei pazienti con un angiogramma positivo (definito come il 70% di stenosi del diametro luminale in 1 o più dei tre arterie epicardiche) rispetto a quelli cui angiogramma era normale ( 15,1%). La sensibilità osservata del DELC bilaterale per la diagnosi di CAA è stata del 51%, la specificità 85%, il valore predittivo positivo 89%, e il valore predittivo negativo del 41%. In un simile angiografia giapponese studiare duecento pazienti sono stati divisi in due gruppi in base ai risultati di immagini (12). Un centinaio e diciannove pazienti hanno avuto maggiore del 50% del lume restringimento di almeno un importante arteria coronaria e 81 non ha avuto significativi cambiamenti aterosclerotiche nei loro navi. DELC era presente nel 26,1% con una stenosi ma solo il 3,7%, senza stenosi. Le differenze tra i gruppi erano statisticamente significative.

DELC è stato anche dimostrato di avere un significato predittivo. In uno studio clinico prospettico, dei pazienti ospedalizzati di nuova ammissione (N = 108), appaiati per sesso, razza, età e con almeno una DELC ma libero di CAA seguiti per un periodo di 8-10 anni. tassi di eventi cardiaci (morte cardiaca, infarto miocardico non fatale, hanno bisogno per coronarica by-pass chirurgico) per quelli con DELC erano più elevati (10,4 eventi per 100 pazienti-anno) rispetto a quelli senza DELC (1,4 eventi per 100 pazienti-anno) ( 13). La differenza tra i due gruppi è risultata statisticamente significativa. I tassi di mortalità cardiaca (a causa di infarto miocardico acuto o morte improvvisa) erano altrettanto alto per i pazienti con DELC (8,0 per 100 anni-paziente) rispetto a quelli senza DELC (0,9 per 100 anni-paziente). La differenza tra i due gruppi è risultata significativa. Uno studio post-mortem nel Regno Unito ha valutato la presenza di DELC bilaterale ben definito e CAA tra un gruppo di uomini (N = 206) e donne (N = 161), con un’età media di circa 74 anni (14). Il rischio relativo di un maschio (età media 70.4, 10.9) con ben definito DELC bilaterale con grave aterosclerosi coronarica definita come il 75% di stenosi era 1,64 e per una femmina (media 77,4 10,5 anni) è stato 3,65. Inoltre, CAA identificato come la causa della morte era quasi il doppio delle probabilità di uomini con DELC bilaterale ben definito e 3.42 volte nelle donne con stigmate simile. La sensibilità di DELC bilaterale ben definita per rilevare grave CAA era 62,1% per gli uomini e 69,2% per le donne. La specificità è stata 65,9% negli uomini e del 78,0% nelle donne.

Allo stesso modo, uno studio legale necroscopia britannico ha convocato per determinare la causa medica / legale di morte di non selezionati casi adulti consecutivi (N = 303) hanno dimostrato che la percentuale di DELC in quelli di età compresa tra 55 era significativamente più alta rispetto ai soggetti più giovani (74% vs. 39 %) (15). La percentuale di DELC in maschi e femmine è risultata simile (72%) rispetto (67%). Uomini con DELC (unilaterale o bilaterale) avevano un rischio di causa cardiovascolare di morte di 1,55 volte superiori rispetto a quelli senza una piega. Le donne con un DELC (unilaterale o bilaterale) avevano un rischio di causa cardiovascolare di morte di 1,74 volte superiori rispetto a quelli senza una piega.

Ci sono numerosi altri studi che hanno dimostrato la forte relazione tra DELC e CAA, tuttavia ci sono problemi confondenti legati alla DELC come la sua prevalenza in diversi gruppi etnici, così come l’effetto di noti fattori di rischio aterogeniche. Per esempio, come osservato in precedenza, tra gli europei del nord che vengono ad autopsia (media 60 anni), la prevalenza di DELC è del 75%, 17 gran lunga superiore alla prevalenza tra giapponese nativi, dove è solo il 5% (12). A San Francisco, California, uno studio è stato condotto utilizzando fotografie polizia arresta (foto segnaletiche) per determinare la prevalenza di DELC in vari gruppi razziali delle persone di età compresa tra 46-65 anni (17). I tassi di DELC sono stati i seguenti: Hawaiian-samoani 0% (0/12), cinese il 21% (6/29), Neri 37,9% (44/116), latino-americani il 47,5% (19/40) e caucasici 50,8 % (62/122). Relativi a specifici fattori di rischio noti aterogeniche, DELC è stato segnalato per essere associate a ipertensione (12 18 -20), ipercolesterolemia (4, 12), il fumo (4, 12, 21) l’obesità (21) e diabete mellito (12, 21, 22)

Prove atte a confutare la relazione tra coronarica aterosclerosi e DELC

Negli ultimi 35 anni ci sono stati una serie di studi pubblicati, che non sono riusciti a dimostrare la relazione tra DELC e CAA (23, 24). Un certo numero di studi supplementari, ma più sostanziali, nonché una lettera completa per l’editor si segnalano.

In uno studio prospettico condotto presso l’University of Massachusetts Medical Center, i ricercatori hanno valutato la relazione tra DELC e CAA tra i 261 pazienti maschi ricoverati (età media, non ha fornito gamma) che richiedono angiografia coronarica arteria. Le angiografie sono stati classificati come normali (assenza di lesioni rilevate), lesioni minori (50% occlusione), e single-nave (50% occlusione), doppio serbatoio, e la malattia di tre vasi. CAA di varia gravità è stata osservata nel 67% degli individui con DELC e il 67% degli individui senza DELC. Non essendoci alcuna differenza tra i gruppi, gli autori hanno concluso che i risultati del loro studio non hanno sostenuto DELC come marcatore di CAA (26).

Proposto Eziologia e patogenesi Responsabile per il rapporto tra DELC e ACA

Implicazioni dentali

Una radiografia panoramica ritagliata dello stesso individuo nelle figure 1 e 2. Nota due calcificato carotide dell’ateroma superiore alla prominente semi lunari forma epiglottide e il marcatore lettera L.

I risultati dello studio notato pilota sopra sono importanti anche se era di piccole dimensioni del campione e incontrollata dato che una squadra di dentisti e neurologi, in uno studio precedente controllato (quando l’importanza di DELC era riconosciuto), seguito un gruppo (N = 46) dei pazienti (media 68 anni) con il CCAA sulle radiografie panoramiche per un periodo medio di follow-up di 3,6 anni (36).

Noi, tuttavia concludere che, mentre ulteriori ricerche in questo campo è indicato, sarebbe prudente per i dentisti per lo svolgimento di un esame di screening per il cancro della testa e del collo per osservare i loro pazienti orecchie per la presenza di DELC e in collaborazione con l’anamnesi, i segni vitali e radiografia panoramica formulare una valutazione del rischio e determinare se la consultazione medica è indicato per la valutazione della malattia coronarica e / o carotidea.

Riferimenti

3. Menotti A, Giampaoli S, Seccareccia F. La relazione tra fattori di rischio cardiovascolare misurati a età diverse a previsione di tutte le cause di mortalità e longevità. Arch Gerontol Geriatr. 1998; 26: 99-111. [PubMed]

4. Frank ST. segno Aural di malattia coronarica. N Engl J Med. 1973; 289: 327-328. [PubMed]

6. Lichstein E, Chadda KD, Naik D, Gupta PK. Diagonale orecchio lobi piega: la prevalenza e le implicazioni come un fattore di rischio coronarico. N Engl J Med. 1974; 290: 615-616. [PubMed]

7. Kaukola S. La diagonale piega orecchio lobi, un segno fisico associato a malattia coronarica. Acta Med Scand Suppl. 1978; 619: 1-49. [PubMed]

8. Kaukola S, Manninen V, Valle M, Halonen PI. Ear-lobo piega e l’aterosclerosi coronarica. Lancetta. 1979; 2: 1377. [PubMed]

9. Christiansen JS, Mathiesen B, Andersen AR, Calberg H. Lettera: diagonale orecchio lobi piega nella malattia coronarica. N Engl J Med. 1975; 293: 308-309. [PubMed]

10. Nyboe J, Jensen G, M Appleyard, Fattori di rischio Schnohr P. per infarto miocardico acuto a Copenhagen I:, fattori educativi e socio-economici ereditarie Copenhagen City Heart Study. Eur Cuore J. 1989; 10: 910-916. [PubMed]

11. Evrengl H, Dursunolu D, Kaftan A, Zoghi M, Tanriverdi H, Zungur M. bilaterale diagonale lobo piega e malattia coronarica: una significativa associazione. Dermatologia. 2004; 209: 271-275. [PubMed]

12. Toyosaki N, M Tsuchiya, Hashimoto T, Kawasaki K, Shiina A, Toyooka T. Lobo dell’orecchio piega e malattia coronarica in giapponese. Vasi del cuore. 1986; 2: 161-165. [PubMed]

13. Elliott WJ, Karrison T. aumentata per tutte le cause e la morbilità e la mortalità associate con la piega lobo diagonale cardiaca: uno studio di coorte prospettico. Am J Med. 1991; 91: 247-254. [PubMed]

14. Patel V, Champ C, Andrews PS, Gostelow BE Gunasekara NP, Davidson AR. pieghe diagonali lobo dell’orecchio e malattie ateromasica: uno studio post-mortem. J R Coll medici Lond. 1992; 26: 274-277. [PubMed]

16. Edston E. La piega lobo dell’orecchio, malattia coronarica, e morte cardiaca improvvisa: uno studio autoptico di 520 individui. Am J Med forense Pathol. 2006; 27: 129-133. [PubMed]

17. Petrakis NL, Koo L. Earlobe piega. Lancetta. 1980; 1: 376. [PubMed]

18. Merlob P, Amir J, Reisner SH. Diagonale piega lobo nei neonati e nei bambini. Clin Pediatr (Phila) 1981; 20: 739-740. [PubMed]

19. Moncada B, Ruz JM, Rodrguez E, Leiva JL. Ear-lobo piega. Lancetta. 1979; 1: 220-221. [PubMed]

20. Kristensen BO. Ear-lobo piega e complicanze vascolari in ipertensione essenziale. Lancetta. 1980; 1: 265-265. [PubMed]

21. Doering C, Ruhsenberger C, Phillips DS. pieghe lobo dell’orecchio e malattie cardiache. J Am Soc Geriatr. 1977; 25: 183-185. [PubMed]

23. Mehta J, Hamby RI. Lettera: diagonale orecchio lobi piega come un fattore di rischio coronarico. N Engl J Med. 1974; 291: 260. [PubMed]

24. Cheng. Più ricerca necessaria sull’associazione tra diagonale piega lobo dell’orecchio e malattia coronarica. Arch Intern Med. 2000; 160: 2396-2397. [PubMed]

25. Kenny DJ, Gilligan D. lobo dell’orecchio piega e malattia coronarica nei pazienti sottoposti a coronarografia. Cardiologia. 1989; 76: 293-298. [PubMed]

27. Kuon E, Pfahlbusch K, Lang E. La diagonale lobo dell’orecchio piega per la valutazione del rischio coronarico. Z Kardiol. 1995; 84: 512-519. [PubMed]

29. Bouissou H, Pieraggi MT, Julian M, Pendaries I, J Seguier, Salvador M. Valore della biopsia cutanea in insufficienza coronarica] Arch Mal Coeur Vaiss. 1973; 66: 655-660. [PubMed]

35. Bahcelioglu M, Isik AF, Demirel B, Senol E, Aycan S. La diagonale orecchio lobi piega Come segno di alcune malattie. Arabia Med J. 2005; 26: 947-951. [PubMed]

37. Kotsis VT, Pitiriga Vch, Stabouli SV, Papamichael CM, Toumanidis ST, Rokas SG. spessore intima-media dell’arteria carotide in grado di prevedere la presenza di lesioni coronariche. Am J Hypertens. 2005; 18: 601-606. [PubMed]

38. Rohani M, Jogestrand T, Ekberg M, van der Linden J, Kllner G, Jussila R. Interrelazione tra l’estensione della aterosclerosi in aorta toracica, carotide spessore intima-media e l’estensione della malattia coronarica. L’aterosclerosi. 2005; 179: 311-316. [PubMed]

40. Guiu IA, Galeescu E, Guiu LI, Rducu L. diagonale lobo piega: un fattore di rischio coronarico, un marcatore genetico di malattia coronarica, o una semplice ruga antica greco-romana prove. Rom J Intern Med. 1996; 34: 271-278. [PubMed]

Articoli da Medicina Orale, Patologa Oral y Ciruga Bucal sono forniti qui per gentile concessione di Medicina S.L orale

Related posts

  • L’aterosclerosi dell’aorta discendente predice eventi cardiovascolari un transesofageo

    Scopo Materiali e metodi Il gruppo di studio consisteva di 238 pazienti consecutivi in ​​ospedale per il test di cui TEE (135 maschi, 103 femmine, età media 58 +/- 11 anni) con una da 24 seguire …

  • Aterosclerosi – cardiache e vascolari Disturbi – Manuali Merck versione consumer, è

    L’aterosclerosi. il tipo più comune, significa indurimento correlate a placche, che sono depositi di materiali grassi. Essa colpisce le arterie di medie e grandi dimensioni. colpisce di piccole e medie dimensioni …

  • Articolo Pagina, aterosclerosi in aorta.

    L’intervento chirurgico per acquisite le malattie cardiovascolari Daniel Weisenberg Md un ,. Yael Sahar MS c Gideon Sahar MD b Yaron Shapira MD un Zaza Iakobishvili MD un Bernardo A. Vidne MD b Alex Sagie MD a a Dan …

  • L’aterosclerosi terapia alternativa con integratori alimentari, trattamento naturale, cura per la

    Altri nomi: Arteriosclerosi e indurimento delle arterie. Molti trattamenti naturali e alternative sono efficaci. I flavonoidi devono essere considerati. Mangiare supplementi di olio di pesce o potrebbero essere …

  • chirurgia trattamento aterosclerosi

    Pratica Essentials coronarica aterosclerosi è il più grande assassino di uomini e donne negli Stati Uniti. È la causa principale della malattia coronarica (CAD), in cui …

  • Aterosclerosi Informazioni – Il Mount Sinai Hospital, sintomi aterosclerosi cervello.

    Definizione aterosclerosi è indurimento di un vaso sanguigno da un accumulo di placca. La placca è fatto di depositi di grasso, colesterolo e calcio. accumulo di placca provoca l’arteria di restringere e …

Related posts