La precisione degli ultrasuoni per identificare la malattia cronica del fegato, ecografia del fegato.

La precisione degli ultrasuoni per identificare la malattia cronica del fegato, ecografia del fegato.

Richard Allan, Division of Medical Imaging, Flinders Medical Centre, Flinders Drive, Bedford Pk, 5042, South Australia, Australia

Richard Allan, Maureen Phillips, Facoltà di Scienze della Salute, University of South Australia, City East Campus, North Terrace, Adelaide, 5000, South Australia, Australia

Kerry Thoirs, Centro Internazionale di prove Allied Health, University of South Australia, City East Campus, North Terrace, Adelaide, 5000, South Australia, Australia

Corrispondenza a: Dott Kerry Thoirs, Centro Internazionale di prove Allied Health, University of South Australia, City East Campus, North Terrace, Adelaide, 5000, South Australia, Australia. ua.ude.asinu@srioht.yrrek

Telefono: + 61-8-83022903 Fax: + 61-8-83021818

Astratto

Obiettivo: individuare e valutare studi che riportano le prestazioni diagnostiche di imaging ad ultrasuoni per identificare la malattia epatica cronica (CLD) in una popolazione ad alto rischio.

CONCLUSIONE: Ecografia della superficie del fegato è uno strumento diagnostico utile nei pazienti a rischio di CLD nel valutare se essi devono essere sottoposti a una biopsia epatica.

parole chiave: malattia epatica cronica, superficie epatica, Revisione sistematica, ecografia

INTRODUZIONE

Il metodo standard per la determinazione, messa in scena e la classificazione CLD è la biopsia epatica [4]. L’invasività di questo metodo, e la sua morbilità e la mortalità associate ha portato alla nascita di metodi meno invasivi che comprendono tecniche di imaging medico (tomografia computerizzata, risonanza magnetica ed ecografia), marcatori sierici (entrambi marcatori diretti e indiretti di fibrosi) e transitorie elastografia [2]. Tutte queste tecniche hanno il potenziale di ridurre il numero di biopsie eseguite in una popolazione ad alto rischio.

Lo scopo della seguente revisione sistematica è stato quello di individuare e valutare studi che riportano le prestazioni diagnostiche di imaging ad ultrasuoni per identificare CLD in una popolazione ad alto rischio.

MATERIALI E METODI

strategia di ricerca

selezione di ammissibilità e di studio

Un autore (RA) ha determinato l’ammissibilità di studi per l’inclusione in questa recensione. I criteri di inclusione e di esclusione sono stati creati per identificare studi che avrebbero potuto conformarsi al più alto livello di evidenza per gli studi di test diagnostici che utilizzano il National Health e Medical Research Council del governo australiano livello II criteri [8].

I criteri di inclusione ed esclusione per la revisione sistematica sono descritti nella tabella Table1. 1. Inizialmente, gli abstract di tutti gli studi identificati sono stati valutati per determinare se lo studio ha incontrato i criteri di inclusione ed esclusione. Gli studi sono stati mantenuti se chiaramente soddisfatti i criteri di inclusione, non soddisfacevano i criteri di esclusione, o se non era chiaro dal riassunto se lo studio ha incontrato i criteri di esclusione e di inclusione. Le relazioni testo completo di tutti gli studi portati a nuovo sono stati poi ri-valutati per l’inclusione. Tutti gli studi che soddisfano chiaramente nessuno dei criteri di esclusione sono stati esclusi, e tutti gli studi che soddisfano tutti i criteri di inclusione sono stati trattenuti per la valutazione della qualità metodologica, l’estrazione dei dati e l’analisi.

I criteri di inclusione ed esclusione per gli studi

La valutazione della qualità metodologica

Valutazione della qualità di accuratezza diagnostica studia gli elementi di valutazione

Estrazione dati

Le caratteristiche di ogni popolazione di studio sono stati estratti dalle relazioni e inclusi paese di origine, la dimensione del campione, il sesso, l’eziologia, età (media, gamma e SD), criteri di esclusione e di inclusione, la gravità della malattia, la prevalenza, il sistema di biopsia epatica messa in scena, e la tecnica ad ultrasuoni (s) utilizzato. Sensibilità e specificità risultati dei test indice sono stati estratti dalle relazioni o dalle tabelle di contingenza costruite. I risultati di qualsiasi test di un accordo osservatore sono stati estratti.

analisi statistica

Receiver operating characteristic (ROC) appezzamenti sono stati generati utilizzando il software Microsoft Excel 2003 e utilizzati per visualizzare graficamente i dati di prestazioni diagnostiche e di esplorare le relazioni tra le tecniche ecografiche denunciati e studiare le caratteristiche [10]. Per dimostrare eventuali modelli e relazioni tra la qualità e la metodologia di qualità diagnostica, trame sono stati prodotti anche per gli elementi della lista di controllo QUADAS.

RISULTATI

Risultati di ricerca

Non ci sono precedenti revisioni sistematiche che affrontano l’accuratezza diagnostica degli ultrasuoni nella fibrosi epatica o cirrosi sono stati identificati. Un totale di 1355 studi separati sono stati rivelati dai seguenti database: MEDLINE (n = 464), EMBASE (n = 1155), CINAHL (n = 18) e Science Citation Index cerca (n = 639). Attrito di studi, dopo una prima valutazione degli abstract contro i criteri di inclusione ed esclusione ha provocato una residua di 38 studi [MEDLINE (n = 33), EMBASE (n = 3), Science Citation Index (n = 2)]. Un ulteriore 8 studi sono stati rivelati dopo perle del residuo 38 studi (n = 46). Dopo la valutazione delle relazioni testo integrale di questi 46 studi contro i criteri di selezione, si è ulteriormente logoramento di 25 studi con conseguente un totale di 21 studi portati a nuovo per l’estrazione dei dati, l’analisi e la valutazione della qualità metodologica.

i risultati della valutazione di qualità Metodologia

affidabilità tra valutatori per la valutazione della qualità di accuratezza diagnostica studia articoli

In tutti gli studi il numero medio di risposte all’interno dello strumento di valutazione QUADAS era 10 (range 7-13) per Sì, 1 (range 0-3) per il No e 3 (range 0-6) per poco chiaro.

Caratteristiche delle popolazioni di studio

Caratteristiche di studi inclusi

Il metodo per mettere in scena l’istologia ottenuto a biopsia epatica non è stato riferito o poco chiare in 5 studi, che sono stati tutti pubblicati prima del 2000. Attraverso gli altri 16 studi per un totale di sette sistemi di stadiazione sono stati utilizzati. METAVIR [11] (n = 7), Ishak [12] (n = 3), Desmet [13] (n = 2) e quattro altri sistemi che sono stati utilizzati ogni volta [14 -17].

Misure di accordo di osservatore

Sette studi hanno riportato la valutazione dell’accordo osservatore della tecnica ad ultrasuoni [18 -24]. Quando segnalato, risultati accordo osservatore erano accettabili, con valori variabili da 0.51-0.93, coefficiente di variazione valori che vanno dal 2% -8%, ei coefficienti di correlazione vanno da 0.82-0.9.

tecniche ad ultrasuoni

L’accuratezza diagnostica è stata determinata per una serie di tecniche ecografiche in tutti gli studi. Ci sono state 48 segnalazioni di accuratezza diagnostica per le tecniche ad ultrasuoni specifiche all’interno dei 21 studi inclusi. Trenta diverse tecniche ecografiche sono stati segnalati di cui 23 sono stati segnalati una volta. Sette le tecniche sono stati segnalati più volte. Le tecniche ad ultrasuoni potrebbero essere rappresentate in base a quattro categorie principali: (1) per immagini a bassa frequenza in scala di grigi, in cui è stata fatta una valutazione del parenchima epatico, la forma del fegato e le dimensioni, le dimensioni della milza e l’aspetto nave epatica o calibro da un esame ecografico utilizzando una bassa frequenza (5 MHz) convessa o settore trasduttore (n = 14 relazioni); (2) l’imaging scala dei grigi ad alta frequenza, in cui la superficie del fegato è stata valutata utilizzando un lineare ad alta frequenza (5 MHz) trasduttore array (n = 8 rapporti); (3) tecniche Doppler, dove un Pulsed Wave (PW) studio Doppler del portale, epatica e vena splenica e / o l’arteria epatica è stata eseguita per determinare misurazioni di velocità massima o medie, rapporti e / o indici di resistenza e / o pulsatilità, e / o valutazioni soggettive di forme d’onda emodinamici (n = 19 rapporti); e (4) Sistema di punteggio utilizzando una combinazione di tecniche, in cui più di una tecnica e / o dei parametri descritti nelle categorie 1-3 fornito una valutazione quantitativa o qualitativa (n = 7 rapporti).

Accuratezza diagnostica di tutte le tecniche ad ultrasuoni

analisi statistica

Una trama ROC (Figura (Figure1A) 1A) è stato generato per tutti i 48 segnalazioni di accuratezza diagnostica in funzione delle grandi categorie predeterminate di gruppo. Un sistema di punteggio risultati perfetti raggiunti [25], mentre un rapporto di alta frequenza tecnica di superficie epatica [26] ha indicato una performance migliore di possibilità.

operatore ricevitore diagramma caratteristico. Dati di diagnostica delle prestazioni per categorie di tecniche di ultrasuoni (A), le tecniche ecografiche hanno riferito più volte (B) e relative ai test di riferimento accecante (C).

Una trama ROC (Figura (Figure1B) 1B) è stato generato per le tecniche a ultrasuoni che sono stati segnalati più di una volta. Le trame ROC dimostrano che risultati ecogenicità fegato erano coerenti ma aveva scarsa accuratezza diagnostica [27, 28], risultati epatica vena pulsatilità erano altamente variabile [18, 29, 30], risultati parenchima epatico [17, 23, 31], vena porta velocità massima [23, 30, 32], e le dimensioni della milza [16, 23, 30] erano variabili, i risultati per caudato rapporto lobo destro erano coerenti ma fiera di accuratezza diagnostica, e risultati per superficie epatica avuto costantemente accuratezza diagnostica moderata [18, 19, 23, 31, 33, 34] ad eccezione di due relazioni periferiche [26, 35].

test di riferimento accecante (voce QUADAS 11) è stato l’unico elemento di qualità metodologia che ha dimostrato un trend evidente quando tracciati su un ROC per la precisione diagnostica; la maggior parte degli studi che hanno riportato con chiarezza accecante risultati migliori rispetto agli altri studi (Figura (Figure1C 1C).

ROC appezzamenti di accuratezza diagnostica attraverso caratteristiche della malattia (istologia definizione messa in scena, la prevalenza, la malattia di eziologia e la gravità della malattia) hanno dimostrato non solo che i modelli evidenti accuratezza diagnostica è stata generalmente più bassi per le popolazioni con bassa prevalenza della malattia (figura (Figura 2) 2.

operatore Ricevitore trama caratteristica visualizzazione di accuratezza diagnostica attraverso caratteristiche della malattia. A: Istologia definizione messa in scena; B: Prevalenza; C: Malattia eziologia; D: gravità della malattia.

DISCUSSIONE

Non c’era nessun gruppo identificabile di studi che sono stati chiaramente superiore al resto né vi era un gruppo di studi che era nettamente inferiore; pertanto tutti gli studi di valutazione sono stati valutati per accuratezza diagnostica. Blinding era l’unico elemento di qualità metodologia che ha dimostrato un rapporto con i risultati accuratezza diagnostica. Studi che riportano accecante per il test di riferimento hanno inoltre riferito accuratezza diagnostica superiore a studi che non riportavano test di riferimento accecante. Questa scoperta sostiene ulteriormente gli studi che riportano maggiore accuratezza diagnostica, in quanto la possibilità di bias in questi rapporti si riduce.

L’unica caratteristica studio che ha mostrato una relazione con accuratezza diagnostica è stata la prevalenza, con studi che riportano bassa prevalenza anche tendente ad avere accuratezza diagnostica inferiore. Mentre questo può sembrare sorprendente, la sensibilità e la specificità dovrebbe essere indipendente prevalenza, è stato recentemente dimostrato che la prevalenza può influenzare l’accuratezza diagnostica a causa di variabilità clinica o artefatti in studi [38].

La biopsia epatica è stata scelta come test di riferimento in questa recensione anche se ha un significativo tasso di falsi negativi a causa di difficoltà con la tecnica della biopsia e l’errore di campionamento che ne fanno un test di riferimento tutt’altro che ideali. Giustifichiamo la nostra scelta perché è il test utilizzato nella pratica clinica ed è l’unica scelta pratica per un test di riferimento. Mentre laparoscopia può essere più accurata, è molto più invasivo, con significativamente più rischio, e generalmente non utilizzato nella normale pratica clinica. Gli studi che utilizzano la laparoscopia come il test di riferimento sono stati esclusi come comprendente prova più di un riferimento ha il potenziale per introdurre bias di verifica differenziale [9].

Gli studi sono stati inclusi se i risultati di accuratezza diagnostica sono stati sia dato come vero positivo (TP), di falsi positivi (FP), vero negativo (TN) e dati falsi negativi (FN) o semplicemente sotto forma di sensibilità e specificità. Limitare gli studi a quelli che hanno espresso risultati in pieno (TP, FP, TN, FN) avrebbe ridotto la gamma degli studi inclusi. Mentre potenzialmente questo avrebbe permesso l’uso degli appezzamenti di bosco e meta-analisi per valutare l’accuratezza diagnostica, questa non è stata eseguita perché i numeri di studi di tecniche abbastanza simili per consentire il confronto era troppo piccolo per fornire risultati significativi. Invece tutti gli studi inclusi in questa revisione sono stati analizzati visivamente utilizzando la tecnica plot ROC. Questo ha fornito un metodo efficace per il confronto dei dati e esplorando la relazione tra accuratezza diagnostica e la qualità e le caratteristiche degli studi [10]. L’area sotto la ROC per le varie tecniche a ultrasuoni non è stata calcolata a causa della mancanza di dati grezzi riportati per rendere questo possibile.

In tutti gli studi si è un’ampia variazione in entrambe le tecniche ad ultrasuoni utilizzati e nelle sensibilità diagnostica segnalati e specificità per la fibrosi epatica e cirrosi. Per ultrasuoni per essere clinicamente utile come prova che può ridurre il numero di pazienti che necessitano di biopsia epatica è necessario confermare la precisione malattia epatica cronica. Per essere efficace, dovrebbe avere un basso tasso di falsi positivi con conseguente alta specificità ed un alto valore predittivo positivo. In questo modo i pazienti con risultati positivi ultrasuoni possono essere in grado di evitare i rischi di biopsia epatica. Due studi [22, 25] spiccano come aventi specificità molto elevata (100% e 97,6%, rispettivamente) e molto alta sensibilità (100% e 87,8%, rispettivamente). Entrambi questi studi sistemi di valutazione utilizzati e questo suggerisce che questo può essere il miglior metodo di identificazione grave fibrosi e la cirrosi; Tuttavia, questi risultati devono essere trattati con cautela. I sistemi di valutazione utilizzati in entrambi gli studi erano complessi, soggettivo e invocato la combinazione di diverse tecniche ad ultrasuoni. L’uso di più tecniche [20, 22, 25, 31, 39] solleva preoccupazioni riguardo riproducibilità variazioni possono verificarsi con ciascuno dei metodi utilizzati e diventare ingrandito con composizione di metodi. E ‘anche una preoccupazione che in uno di questi studi [22] Non è chiaro se accecante era stato usato, se ci fossero eventuali ritiri soggetto, come sono stati applicati i criteri di selezione, come è stato applicato il test di riferimento e di come è stato applicato il sistema di punteggio . Al contrario, l’altro studio [25] ha segnato molto bene per qualità metodologica salvo tale accordo osservatore non è stato segnalato.

La segnalazione di un accordo osservatore era povero in molti degli studi esaminati nonostante sia una considerazione importante nel valutare l’utilità di un test diagnostico. Abbiamo fatto una valutazione della coerenza dei risultati tra gli studi che hanno registrato tecniche simili come metodo proxy per determinare la riproducibilità di una tecnica in assenza di segnalazione accordo. La fiducia nei risultati di un risultati studys può essere aumentato se la tecnica è stata riportata su più studi con risultati coerenti. Potremmo fare questa valutazione per le seguenti tecniche ad ultrasuoni; ecogenicità del fegato, del lobo caudato rapporto lobo destro, vena porta la velocità massima, epatica vena pulsatilità, fegato parenchima eco-modello, le dimensioni della milza e la superficie del fegato.

I risultati per vena velocità massima, epatica vena pulsatilità, fegato parenchima eco-modello e delle dimensioni della milza erano incoerenti tra gli studi.

Coerentemente scarsi risultati di accuratezza diagnostica è stata dimostrata tra i due studi che ha testato le misure di ecogenicità fegato [27, 28]. ecogenicità del fegato è noto per essere associato con steatosi epatica, ma non con la fibrosi [40] quindi questo risultato non è sorprendente. risultati coerenti di accuratezza diagnostica sono state dimostrate per il lobo caudato rapporto lobo destro attraverso due studi [18, 31] con elevata specificità (90%) e bassa sensibilità (41% e 32%, rispettivamente). La tecnica di superficie fegato era la tecnica più frequentemente riportati (n = 8 rapporti). L’accuratezza diagnostica è stato coerente in sei di questi studi, con alte specificità (78% -95%) e sensibilità moderata (51% -73%) [18, 19, 23, 30, 32, 34]. Questi studi sono stati anche di qualità metodologica ragionevole o buona. C’erano due studi che riportano la tecnica di superficie epatica [26, 34] che ha prodotto risultati che sono stati valori anomali rispetto alle altre sei e contenevano difetti metodologici che erano abbastanza gravi da non accettare le loro scoperte. I difetti inclusi una descrizione chiara dei criteri di spettro o di selezione dei pazienti in uno studio [26] insieme ad una bassa prevalenza riportato CLD che non rappresenta una popolazione ad alto rischio, che è stata la popolazione di interesse in questa recensione. L’altro studio [35] ha segnato poco per la verifica ed il differenziale pregiudizi e ha avuto un significativo numero di prelievi inspiegabili.

In conclusione, una vasta gamma di tecniche ecografiche sono stati riportati in letteratura e indagato per la loro accuratezza diagnostica per identificare CLD in una popolazione ad alto rischio. La tecnica ad ultrasuoni più robusto per la valutazione di CLD sembra essere la valutazione della superficie epatica. Gli studi che hanno valutato la tecnica di superficie epatica costantemente dimostrato un buon accordo osservatore e alta specificità. Questa recensione ha rivelato che una valutazione della superficie del fegato è uno schermo utile per i pazienti a rischio di CLD per assistere nel determinare chi deve sottoporsi a una biopsia epatica.

COMMENTI

sfondo

malattia epatica cronica (CLD) è una causa importante di morbilità e mortalità. test diagnostici accurati per identificare i primi CLD in pazienti asintomatici ad alto rischio è vantaggioso a causa di recenti progressi di gestione e di trattamento. Biopsia, che è l’attuale metodo scelto, è invasivo e comporta un rischio significativo. tecniche meno invasive hanno il potenziale di ridurre il numero di biopsie. Ultrasound è una tale tecnica che è prontamente disponibile, poco costoso e ben tollerato. Tuttavia, ci sono diverse tecniche ecografiche nella pratica corrente. Per uno studio di ecografia per essere clinicamente utile che deve dimostrare la precisione nel confermare CLD. Questa revisione sistematica informa i medici del l’utilità dell’ecografia nella diagnosi precoce di CLD in pazienti ad alto rischio, in particolare, che il metodo è dimostrato di essere il più specifico e sensibile.

Research Frontiers

Non ci sono stati revisioni sistematiche pubblicate identificati indirizzamento accuratezza diagnostica a ultrasuoni di CLD.

Le innovazioni e le scoperte

Questa rigorosa revisione sistematica identifica difetti metodologici e / o di segnalazione in molti dei lavori selezionati. Si evidenzia inoltre la varietà e la gamma di tecniche diagnostiche ad ultrasuoni per l’esame del fegato in CLD nell’uso corrente. Questa analisi dimostra che la tecnica ad ultrasuoni più robusto di valutazione del CLD appare valutazione ultrasuoni ad alta frequenza della superficie epatica.

applicazioni

L’elevata specificità degli ultrasuoni della superficie epatica fornisce un medico con fiducia che, se i segni di CLD sono evidenti, allora la condizione è presente. La sensibilità moderata significa che, se i segni ecografici di CLD non sono presenti, una biopsia epatica può essere effettuata per confermare la presenza di CLD. Esecuzione di ultrasuoni ad alta frequenza della superficie epatica nei pazienti ad alto rischio ha il potenziale per ridurre il numero di biopsie in pazienti ad alto rischio di CLD.

Terminologia

Peer review

Questa è una recensione ben scritta sulla qualità e la precisione delle tecniche di imaging ad ultrasuoni per identificare i pazienti con malattia epatica cronica.

Le note

revisori: Dr. Markus Reiser, professore, Gastroenterologia-Epatologia, Università della Ruhr a Bochum, Brkle-de-la-Camp-Platz 1, 44789 Bochum, Germania; Mirko Donofrio, MD, Assistant Professor, Dipartimento di Radiologia, GB Rossi University Hospital, Università di Verona, Piazzale LA Scuro 10, Verona, 37134, Italia; Marko Duvnjak, MD, Dipartimento di Gastroenterologia ed Epatologia, Sestre milosrdnice University Hospital, Vinogradska cesta 29, 10 000 Zagabria, Croazia

S- Editor Tian L L- Editor Webster JR E- Editor Ma WH

Riferimenti

3. Afdhal NH, Nunes D. Valutazione della fibrosi epatica: una rassegna concisa. Am J Gastroenterol. 2004; 99: 1160-1174. [PubMed]

4. Brunt EM. Classificazione e stadiazione delle lesioni istopatologiche di epatite cronica: l’indice di attività istologica Knodell e oltre. Hepatology. 2000; 31: 241-246. [PubMed]

5. Di Lelio A, Cestari C, Lomazzi A, Beretta L. cirrosi: diagnosi con lo studio ecografico della superficie del fegato. Radiologia. 1989; 172: 389-392. [PubMed]

6. Gosink BB, limone SK, Scheible W, Leopold GR. La precisione dell’ecografia nella diagnosi della malattia epatocellulare. AJR Am J Roentgenol. 1979; 133: 19-23. [PubMed]

11. Bedossa P, algoritmo Poynard T. Una per la classificazione delle attività nella epatite cronica C. La METAVIR Gruppo Cooperative Study. Hepatology. 1996; 24: 289-293. [PubMed]

12. Ishak K, Baptista A, Bianchi L, Callea F, De Groote J, Gudat F, H Denk, Desmet V, Korb G, MacSween RN. classificazione istologica e messa in scena di epatite cronica. J Hepatol. 1995; 22: 696-699. [PubMed]

13. Desmet VJ, Gerber M, Hoofnagle JH, Manns M, Scheuer PJ. Classificazione di epatite cronica: la diagnosi, la classificazione e la messa in scena. Hepatology. 1994; 19: 1513-1520. [PubMed]

14. Knodell RG, Ishak KG, Nero WC, Chen TS, Craig R, Kaplowitz N, Kiernan TW, Wollman J. formulazione e l’applicazione di un sistema di punteggio numerico per valutare l’attività istologica in asintomatica epatite cronica attiva. Hepatology. 1981; 1: 431-435. [PubMed]

15. Scheuer PJ. Classificazione delle epatiti virali croniche: la necessità di una nuova valutazione. J Hepatol. 1991; 13: 372-374. [PubMed]

17. Joseph AE, Saverymuttu SH, al-Sam S, Cook MG, Maxwell JD. Confronto di istologia epatica con ecografia per valutare malattia del parenchima del fegato diffusa. Clin Radiol. 1991; 43: 26-31. [PubMed]

18. Colli A, Fraquelli M, Andreoletti M, Marino B, Zuccoli E, Conte D. grave fibrosi epatica o cirrosi: la precisione degli Stati Uniti per il rilevamento – l’analisi di 300 casi. Radiologia. 2003; 227: 89-94. [PubMed]

20. Gaiani S, Gramantieri L, N Venturoli, Piscaglia F, Siringo S, Derrico A, Zironi G, Grigioni W, Bolondi L. Qual è il criterio per differenziare l’epatite cronica da cirrosi compensata? Uno studio prospettico confronto tra ecografia e la biopsia epatica percutanea. J Hepatol. 1997; 27: 979-985. [PubMed]

22. Xu Y, Wang B, Cao H. Un sistema di punteggio ultrasuoni per la diagnosi della fibrosi epatica e cirrosi. Chin Med J (Engl) 1999; 112: 1125-1128. [PubMed]

26. Ladenheim JA, Luba DG, Yao F, Gregory PB, Jeffrey RB, Garcia G. Limitazioni di fegato surface US nella diagnosi di cirrosi. Radiologia. 1992; 185: 21-23; discussione 23-24. [PubMed]

27. Mathiesen UL, Franzn LE, Aselius H, Resj M, L Jacobsson, Foberg U, Frydn A, Bodemar G. aumentata ecogenicità fegato a esame ecografico riflette il grado di steatosi, ma non di fibrosi nei pazienti asintomatici con lievi / moderati di anomalie del fegato transaminasi. Dig Liver Dis. 2002; 34: 516-522. [PubMed]

28. Hultcrantz R, Gabrielsson N. Pazienti con persistente elevazione della aminotransferasi: indagini con l’ecografia, l’imaging di radionuclidi e la biopsia epatica. J Intern Med. 1993; 233: 7-12. [PubMed]

29. Colli A, Cocciolo M, Riva C, Martinez E, Prisco A, Pirola M, Bratina G. Anomalie del Doppler forma d’onda delle vene epatiche nei pazienti con malattia epatica cronica: correlazione con reperti istologici. AJR Am J Roentgenol. 1994; 162: 833-837. [PubMed]

30. Schneider AR, Teuber G, Kriener S, Caspary WF. la valutazione non invasiva della steatosi epatica, fibrosi e infiammazione infezione da virus dell’epatite C cronica. Fegato Int. 2005; 25: 1150-1155. [PubMed]

31. D’Onofrio M, Martone E, Brunelli S, Faccioli N, Zamboni G, Zagni io, Fattovich G, Pozzi Mucelli R. La precisione degli ultrasuoni nella rilevazione di fibrosi epatica nell’epatite virale cronica. Radiol Med. 2005; 110: 341-348. [PubMed]

32. Cioni G, D’Alimonte P, Cristani A, Ventura P, Abbati G, Tincani E, Romagnoli R, Ventura E. valutazione Duplex-Doppler di cirrosi nei pazienti con malattia cronica epatica compensata. J Gastroenterol Hepatol. 1992; 7: 382-384. [PubMed]

33. Vigan M, S Visentin, Aghemo A, Rumi MG, caratteristiche Ronchi G. statunitensi di fegato superficie nodularity come predittore di fibrosi grave epatite cronica C. Radiologia. 2005; 234: 641; autore risposta 641. [PubMed]

Articoli da World Journal of Gastroenterology sono forniti qui per gentile concessione di Baishideng Publishing Group Inc

Related posts

  • Autoimmune Hepatitis, il trattamento della malattia epatica cronica.

    Definizione Epidemiologia dell’epatite autoimmune si verifica in tutto il mondo, ma l’esatta incidenza e prevalenza della malattia negli Stati Uniti è sconosciuta. La prevalenza punto e l’incidenza di epatite autoimmune in …

  • Una dieta sana per la fase 2 cronica malattia renale – malattie renali trattamento, fase 2 malattie del fegato.

    Alto livello di creatinina indica serio problema ai reni, bene, come abbassare il livello di creatinina nel sangue naturalmente? Per saperne di più E ‘un luogo dove si può condividere la vostra esperienza, vedere la …

  • Canine Liver Disease cause e sintomi, quali possono causare problemi al fegato.

    Con malattie epatiche Ruthie Bently canina è la causa quinta di morte per i cani, e si stima che il tre per cento di tutte le malattie veterinari vedono sono collegati al fegato. Canino…

  • La malattia cardiaca in malattia polmonare ostruttiva cronica, complicanze della BPCO.

    Divisione 1 di polmonare e Critical Care Medicine, Dipartimento di Medicina, Cedars-Sinai Medical Center, per la David Geffen School of Medicine presso la UCLA, Los Angeles, California; 2 Divisione di …

  • 9 approcci naturali Itch-Relief, il fegato i sintomi della malattia prurito.

    Sensazione di prurito può essere un risultato di malattia epatica cronica. Per fortuna, ci sono molte cose che si può provare per aiutare a lenire il prurito. Vivere con malattia epatica cronica potrebbe comprendere una vasta gamma di …

  • Canine Fondazione malattie del fegato, il sollievo dal dolore di calcoli biliari.

    Canine Fegato e anatomia canina malattia del fegato è tra le prime cinque cause di morte non accidentale nei cani e come tale deve essere preso sul serio. Il fegato è responsabile di un numero …

Related posts